Scuola: il nuovo Dl36, modello unitario per formazione, abilitazione e ruolo docenti

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto-Legge n. 36 che introduce, con gli art. 44-46, un modello unitario di formazione, abilitazione e accesso in ruolo dei docenti, precisandone gli obiettivi e prevedendo un nuovo sistema di formazione continua obbligatoria sottraendo risorse alla contrattazione, alla card docenti e tagliando 10mila cattedre in organico di diritto. 

Il Decreto-Legge dovrà essere convertito entro il 29 giugno 2022 e inizierà il suo iter nei prossimi giorni secondo il seguente calendario: 

  • 10 maggio provvedimento incardinato alla Commissione Istruzione al Senato. 
  • 11 maggio termine segnalazione soggetti da sentire. 
  • Dal 17 al 19 maggio audizioni, parte in presenza e parte con memoria scritta. 
  • 24 maggio inizio discussione generale. 
  • 26 maggio termine emendamenti. 
  • 1° giugno verifica ammissibilità emendamenti. 
  • dal 7 al 14 giugno esame/discussione emendamenti con voto finale in Commissione.

“ Pubblichiamo la bozza del  governo – spiega il Segretario territoriale Uil Scuola Cremona Oreste Pegno –  per far capire al personale scolastico e a quelli che vogliono diventare docenti i mille passaggi burocratici e i limiti posti affinchè un giovane neolaureato entri nel mondo della scuola. Mai ci si è spinti oltre e a questo punto. Ancora una volta dobbiamo mobilitarci. Il governo spinge ancora una volta al mercato d’acquisto dei crediti formativi che pesano sulle spalle dei precari già esili economicamente. Una raccolta punti che mortifica le professionalità. I concorsi hanno fallito per come sono strutturati. Scompare la carta del docente e quei soldi non vengono dati in busta paga. La formazione inoltre passa con la creazione della scuola di alta formazione per cui basta con la libera scelta. Ci si forma a dovere di obiettivi governativi”.